Il glaucoma: il ladro silenzioso della vista

glaucoma

In questo articolo

Incidenza nella popolazione

Secondo l’ultimo rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sono circa 253 milioni le persone che convivono con una ridotta capacità visiva detta, tecnicamente, “ipovisione”: 36 milioni di queste sono del tutto cieche mentre 217 milioni presentano una forma di ipovisione da moderata a severa. Uno scenario allarmante soprattutto se si considera che oltre l’80% delle forme di ipovisione può essere prevenuto.

Tra le patologie più frequenti, il glaucoma è responsabile della cecità di 2 milioni di persone  e di 5 milioni di casi di ipovisione.

Anche i dati in Italia non sono rassicuranti: il 2% degli italiani al di sopra dei 40 anni è colpito da glaucoma. L’incidenza, inoltre, aumenta con l’età: si stima infatti che il 10% della popolazione ultrasettantenne ne sia affettaNel nostro Paese le persone non vedenti a causa del glaucoma sono 200.000 e le previsioni per i prossimi 20 anni non sono incoraggianti.

glaucoma infografica
Che cos’è il glaucoma?

Il glaucoma è una malattia che colpisce il nervo ottico ed è causata, nella maggioranza dei casi, da un’eccessiva pressione intraoculare.

Nell’occhio affetto da glaucoma si producono infatti una compressione ed uno schiacciamento del nervo ottico che causano un’alterazione del campo visivo che tende progressivamente a restringersi.

All’interno del campo visivo si generano delle zone scure dette scotomi che inizialmente interessano la parte periferica del campo visivo per poi allargarsi progressivamente verso il centro e determinare un deterioramento, lento ma inesorabile, della funzione visiva. Per questo motivo il glaucoma è del tutto asintomatico ed il paziente malato non si accorge di nulla finchè la visione non è molto compromessa.

Con il progredire della malattia il campo visivo tende infatti a restringersi sempre più fino a determinare la cecità

 

I sintomi

Il glaucoma è estremamente subdolo nel suo insorgere.
Il restringimento del campo visivo non è di per sé identificabile poiché la sua progressione è estremamente lenta.

Inoltre, una pressione oculare elevata non dà sintomi.

Ci si deve pertanto sottoporre regolarmente a visite oculistiche complete per tenere sotto controllo questi due parametri.

tonometria
Prevenzione e cura del glaucoma

Il glaucoma è una malattia che, una volta instaurata, non può essere curata ma può essere controllata per limitare la progressione del danno. Per questo motivo l’unica vera arma a nostra disposizione per prevenire la perdita della vista è la diagnosi precoce.

Non tutte le persone con la pressione oculare alta hanno il glaucoma, perché il nervo ottico potrebbe ancora non essere stato danneggiato, ma devono mantenere questa pressione bassa mediante la somministrazione di farmaci adeguati. Ricordiamo, a scanso di equivoci, che la pressione intraoculare non ha nulla a che fare con la pressione sistemica.

I campanelli d’allarme

Abbiamo detto che l’unico modo per tenere sotto controllo l’insorgenza del glaucoma è fare visite oculistiche periodiche, questa osservazione è avvalorata dal fatto che esistono forme di glaucoma che non sono associate ad un aumento della pressione oculare (“glaucoma normotensivo”).

Tuttavia, abbiamo una serie di fattori di rischio che contribuiscono a sensibilizzare il paziente sulla necessità di una visita immediata. Questi sono:

  • Età superiore ai 35 anni
  • Familiarità per glaucoma, specie se di primo grado (genitori e/o fratelli)
  • Pregresso riscontro di valori pressori intraoculari ai limiti della norma
  • Comparsa di dolore oculare dopo lettura prolungata o dopo la permanenza in ambienti poco illuminati
  • Storia di traumi oculari
  • Vasospasmo
  • Emicrania oftalmica con aura
  • Fenomeno di Raynaud

 

Presso Ponticello Eye Clinic è disponibile un servizio specialistico di oculistica e di oculistica pediatrica dove poter eseguire controlli mirati per questa patologia e per tutti gli altri disturbi che coinvolgono la vista. Per quanto riguarda il glaucoma il Centro Medico Ponticello è nello specifico dotato di strumentazione ad alta tecnologia (campo visivo computerizzato, OCT del nervo ottico, pachimetria senza contatto ed angio-OCT) che permettono una diagnosi efficace e non-invasiva del glaucoma anche nelle fasi estremamente iniziali di malattia.

Dott. Andrea Passani

Dott. Andrea Passani

Oculista presso Ponticello Eye Clinic

PONTICELLO EYE CLINIC LOGO

Nasce Ponticello Eye Clinic, la nuova clinica oculistica a Massa.

L’evoluzione del reparto oculistico di Centro Medico Ponticello dispone ora di 300mq ed è dotata delle più avanzate tecnologie diagnostiche e di una sala operatoria di prim’ordine.

>> leggi di più

Centro Medico Ponticello è il più grande centro specialistico dell’Alta Toscana dedicato alla prevenzione, alla riabilitazione e alla salute di tutta la famiglia. 

>> leggi di più

Ultimi articoli:

visita-oculistica-prescolare

Visita oculistica prescolare: i controlli visivi dell’età pediatrica

La visita oculistica prescolare è una tappa importante nella valutazione dello stato di salute dell’apparato visivo del bambino.
Questa visita dovrebbe essere effettuata ai 3 ed ai 5-6 anni di età in occasione dell’accesso alla scuola dell’infanzia ed alla scuola primaria ed assume una duplice valenza: grazie ad essa si possono infatti identificare eventuali patologie specifiche dell’apparato visivo ed individuare l’insorgenza di difetti visivi che tipicamente si manifestano in questo periodo.

Leggi Tutto »
MACULOPATIE

Maculopatia: dai sintomi al trattamento

La maculopatia generalmente si presenta dopo i 55 anni e rappresenta la principale causa di cecità legale nel mondo occidentale. Può presentarsi in due forme diverse, quella atrofica e quella essudativa, che andremo ad analizzare un po’ più nel dettaglio.
La maculopatia atrofica o secca è caratterizzata da una evoluzione lenta e meno aggressiva mentre quella essudativa o umida è più aggressiva e ad evoluzione più rapida.

Leggi Tutto »
glaucoma

Il glaucoma: il ladro silenzioso della vista

Il glaucoma è una malattia che colpisce il nervo ottico ed è causata, nella maggioranza dei casi, da un’eccessiva pressione intraoculare. Nell’occhio affetto da glaucoma si producono infatti una compressione ed uno schiacciamento del nervo ottico che causano un’alterazione del campo visivo che tende progressivamente a restringersi.

Leggi Tutto »

Per informazioni

    0585 41847

    SELEZIONE 2 - AMBULATORI MEDICI

    I nostri specialisti saranno a tua disposizione per valutare la soluzione più adatta ai tuoi problemi

    Condividi questa pagina!

    Facebook
    Twitter
    LinkedIn